logotype


tempo di Coronavirus - Per riflettere

Per riflettere

Dall'omelia dell'arcivescovo Delpini del 22 marzo, IV Domenica di quaresima - Domenica del cieco

..."L’opera di Dio non è di creare un mondo sbagliato, dove qualcuno nasce cieco, dove qualcuno muore giovane, dove incombe una disgrazia che spaventa i figli degli uomini, dove chi è ricco diventa sempre più ricco e chi è povero sempre più povero, dove c’è chi può curarsi quando è malato e anche quando è sano e dove c’è chi deve ammalarsi e non ha come curarsi. L’opera di Dio non è il mondo sbagliato, ma la missione di Gesù: credi nel Figlio dell’uomo? Hai fiducia che Gesù sia la via di salvezza? Ti affidi alla sua parola per dare alla tua vita l’unico significato possibile, cioè quella di essere vocazione a vivere come il Figlio dell’uomo, cioè fare della vita un dono per ricevere in dono la vita di Dio?" 


 

È COME UN’OSSESSIONE insopprimibile che non ti abbandona e non ti dà pace. È l’epidemia che ha sequestrato le vite e le menti della gente. I casi aumentano anche se in uno stato di perfetta equità sociale, di genere o di generazione. Le vittime sono lo specchio dell’umanità di sempre: uomini e donne, bambini e anziani, ricchi e poveri, contadini o abitanti delle città. In una dimensione esistenziale che non è più la stessa di prima, tutti cercano un segno di speranza: tornare a una vita normale, dignitosa,  pacificata con la natura»

è il racconto di Giovanni Putoto nei giorni in cui Ebola infuriava in Sierra Leone nel 2014. Ci facciamo forza ricordando che, con l’impegno di tutti, se ne può uscire come ha fatto la Sierra Leone. (da èAfrica aprile 2020) 


Milano, lunedì 2 marzo 2020

In questi giorni si leggono su alcuni social-network interventi poco scientifici a proposito della epidemia da Coronavirus a cui fanno seguito giudizi di tipo morale sui comportamenti sociali richiesti dalle autorità pubbliche e appoggiati anche dalla Chiesa. Da medico intensivista ospedaliero penso sia importante evitare interventi di questo genere che non aiutano a costruire il bene comune. Quanto i vescovi lombardi con il loro pastore  il Cardinale Delpini, hanno pur nella sofferenza, confermato anche questa settimana e cioè il divieto di riunirsi in gruppi di fedeli (es. per le celebrazioni liturgiche o incontri associativi, ecc), è il segno di una Chiesa che Papa Francesco chiama “ospedale da campo”, cioè piantata nella vita dell’uomo, solidale verso tutti i bisognosi anche non credenti. Non si tratta di essere più o meno cristiani, schierandosi a favore o no di questo provvedimento. Da uomo di scienza e coscienza, se vogliamo che non diventi una pandemia mai vista sino ad ora, dobbiamo invece ognuno fare la sua parte. Quindi un grazie ai nostro Pastori non asserviti al potere, ma al servizio umile dei più bisognosi che al momento sono soprattutto le persone più a rischio di ammalarsi (anziani, malati cronici, immunodepressi, etc).
Bisogna confidare in Dio,ma anche in chi è al servizio del bene comune e deve assumersi delle responsabilità.

Un fraterno abbraccio
Gianluca Lista


Coronavirus: la Chiesa non si arrende.

Ne parla a Bel tempo si spera Mons. Paolo Martinelli, Vescovo Ausiliare di Milano, il 4 marzo. Video da YouTube


Milano domenica 1 marzo

"... Ci viene rivolta oggi una parola che suona inopportuna. Risuona una di quelle parole che possono mettere di malumore, come un intervento maldestro, come di un richiamo che sconcerta. Una parola inopportuna mette a disagio, sembra venire da chi non comprende la situazione. E la parola inopportuna è quella di Paolo: ecco ora il momento favorevole, ecco ora il giorno della salvezza! È inopportuna questa parola, ma non possiamo tacerla. Suona come maldestra e sconcertante, ma non possiamo rifiutarla. Questo inizio di Quaresima, così strano, senza messa, senza ceneri, senza prediche, questo è il momento favorevole. Questo momento di allarme e di malumore, di strade quasi deserte e di attività rallentate proprio nella città frenetica, questo è il momento favorevole..." Leggi tutta l'Omelia dell'Arcivescovo Delpini


Vai a Eventi e notizie

Ordine Francescano Secolare di Lombardia
Segreteria amministrativa Via Farini 10, 20154 Milano
segreteria@ofslombardia.com

Privacy Policy