logotype


tempo di Coronavirus

Preghiere e Parole dalla Chiesa

Francesco, in un libro i pensieri sulla vita dopo la pandemia

Nel volume edito dalla Libreria Editrice Vaticana sono raccolti otto interventi del Pontefice nei primi mesi dell’anno segnati dal diffondersi della pandemia di coronavirus.  Scarica qui copia del libro (da Vaticannews.va)

Tornare a Messa: un bell'impegno

Lettera del vescovo Daniele Gianotti alla diocesi di Crema. Scarica lettera

Le parole dell’Arcivescovo Delpini durante l’emergenza

«O mia béla Madunina. Il contagio della speranza in tempo di pandemia»

Raccolta di omelie, interventi e messaggi curata da Annamaria Braccini e coedita da «Avvenire» e Centro ambrosiano, scaricabile gratuitamente in formato epub e pdf dal sito Chiesadimilano

Scarica pdf “O mia bèla Madunina”

Ambiente digitale che raccoglie e rilancia le buone prassi messe in atto dalle nostre diocesi: chiciseparera.chiesacattolica.it


1° maggio a Caravaggio atto di Affidamento dell’Italia a Maria

    Raccogliendo la proposta e la sollecitazione di tanti fedeli, la Conferenza Episcopale Italiana affida l’intero Paese alla protezione della Madre di Dio come segno di salvezza e di speranza. Lo farà venerdì 1° Maggio, alle ore 21, con un momento di preghiera, nella basilica di Santa Maria del Fonte a Caravaggio (diocesi di Cremona, provincia di Bergamo). Scarica Sussidio. Vai alla pagina


Preghiamo insieme Mercoledì 22 Aprile 2020 alle ore 21.00: Non dimentichiamo le nostre ferite, per essere migliori

Invitiamo tutti gli Uomini, le Donne, i Bambini di buona volontà a vivere un momento di Preghiera ognuno nella propria casa, nel silenzio della propria intimità Mercoledì 22 Aprile 2020 alle ore 21.00 riflettendo sulle meditazioni di Papa Francesco, M. Fethullah Gülen, Rav Riccardo Di Segni, Venerable Phra Paisal Visalo. Visualizza volantino con riflessioni.

Il momento di preghiera "inter-religioso", per chiedere la fine di questa pandemia e l'inizio di una nuova vita di fraternità e comunione tra i popoli, è promosso dalla fraternità OFS di Milano San Francesco con all'associazione Alba della Turchia (uniti sotto il nome della Tenda di Damietta). Questa proposta ha avuto una certa diffusione anche in America grazie ad Attilio Galimberti (CIOFS) ed è stato rilanciato da PaxChristi. Sarà un collegamento spirituale: a quell'ora tutti coloro che vogliono, possono ritirarsi in preghiera secondo la propria fede riflettendo sui brani proposti


Papa Francesco, “Padre nostro” e preghiera sul sagrato di San Pietro

Mercoledì 25 marzo alle ore 12 la preghiera insegnata da Gesù recitata contemporaneamente dai capi di tutte le Chiese. ORE 21 recita del Rosario Tv2000, InBlu radio, Avvenire, Sir

Venerdì 27 marzo ore 18 Preghiera e Benedizione “Urbi et Orbi”

diretta su Vatican News Avvenire.it.

Vedi tutto l'evento  da YouTube

Leggi omelia del Santo Padre

Leggi articolo da VaticanNews

Come pregare con il Papa e con i vescovi: le dirette tv, radio e streaming da Avvenire.it


19 marzo ore  21, preghiamo tutti insieme per l'Italia

     Leggi da Avvenire.it


Celebrare e pregare in tempo di epidemia: sussidio di preghiera CEI

Preghiera di Papa Francesco a Maria

Celebrare e pregare in questa Quaresima: vai alla pagina


 


Lettere dai consigli OFS

Emergenza COVID-19 in attesa di indicazioni dalle autorità, sono sospesi visite, capitoli, assemblea regionale di sabato 18 aprile a Bergamo e il Capitolo delle Stuoie del 24 maggio a Caravaggio.

Lettere dal consiglio regionale alle fraternità locali per Emergenza Covid-19

24 maggio 2020, sospeso Capitolo delle stuoie: leggi lettera 

Video con saluti dei consiglieri regionali (da YouTube)

Leggi lettera per la Settimana Santa e la Pasqua 

Leggi lettera 24 marzo 2020 

Leggi lettera 7 marzo 2020 

Lettera della ministra nazionale 

Lettera del CIOFS


 


Per riflettere

Dall'omelia dell'arcivescovo Delpini del 22 marzo, IV Domenica di quaresima - Domenica del cieco

..."L’opera di Dio non è di creare un mondo sbagliato, dove qualcuno nasce cieco, dove qualcuno muore giovane, dove incombe una disgrazia che spaventa i figli degli uomini, dove chi è ricco diventa sempre più ricco e chi è povero sempre più povero, dove c’è chi può curarsi quando è malato e anche quando è sano e dove c’è chi deve ammalarsi e non ha come curarsi. L’opera di Dio non è il mondo sbagliato, ma la missione di Gesù: credi nel Figlio dell’uomo? Hai fiducia che Gesù sia la via di salvezza? Ti affidi alla sua parola per dare alla tua vita l’unico significato possibile, cioè quella di essere vocazione a vivere come il Figlio dell’uomo, cioè fare della vita un dono per ricevere in dono la vita di Dio?" 


 

È COME UN’OSSESSIONE insopprimibile che non ti abbandona e non ti dà pace. È l’epidemia che ha sequestrato le vite e le menti della gente. I casi aumentano anche se in uno stato di perfetta equità sociale, di genere o di generazione. Le vittime sono lo specchio dell’umanità di sempre: uomini e donne, bambini e anziani, ricchi e poveri, contadini o abitanti delle città. In una dimensione esistenziale che non è più la stessa di prima, tutti cercano un segno di speranza: tornare a una vita normale, dignitosa,  pacificata con la natura»

è il racconto di Giovanni Putoto nei giorni in cui Ebola infuriava in Sierra Leone nel 2014. Ci facciamo forza ricordando che, con l’impegno di tutti, se ne può uscire come ha fatto la Sierra Leone. (da èAfrica aprile 2020) 


Milano, lunedì 2 marzo 2020

In questi giorni si leggono su alcuni social-network interventi poco scientifici a proposito della epidemia da Coronavirus a cui fanno seguito giudizi di tipo morale sui comportamenti sociali richiesti dalle autorità pubbliche e appoggiati anche dalla Chiesa. Da medico intensivista ospedaliero penso sia importante evitare interventi di questo genere che non aiutano a costruire il bene comune. Quanto i vescovi lombardi con il loro pastore  il Cardinale Delpini, hanno pur nella sofferenza, confermato anche questa settimana e cioè il divieto di riunirsi in gruppi di fedeli (es. per le celebrazioni liturgiche o incontri associativi, ecc), è il segno di una Chiesa che Papa Francesco chiama “ospedale da campo”, cioè piantata nella vita dell’uomo, solidale verso tutti i bisognosi anche non credenti. Non si tratta di essere più o meno cristiani, schierandosi a favore o no di questo provvedimento. Da uomo di scienza e coscienza, se vogliamo che non diventi una pandemia mai vista sino ad ora, dobbiamo invece ognuno fare la sua parte. Quindi un grazie ai nostro Pastori non asserviti al potere, ma al servizio umile dei più bisognosi che al momento sono soprattutto le persone più a rischio di ammalarsi (anziani, malati cronici, immunodepressi, etc).
Bisogna confidare in Dio,ma anche in chi è al servizio del bene comune e deve assumersi delle responsabilità.

Un fraterno abbraccio
Gianluca Lista


Coronavirus: la Chiesa non si arrende.

Ne parla a Bel tempo si spera Mons. Paolo Martinelli, Vescovo Ausiliare di Milano, il 4 marzo. Video da YouTube


Milano domenica 1 marzo

"... Ci viene rivolta oggi una parola che suona inopportuna. Risuona una di quelle parole che possono mettere di malumore, come un intervento maldestro, come di un richiamo che sconcerta. Una parola inopportuna mette a disagio, sembra venire da chi non comprende la situazione. E la parola inopportuna è quella di Paolo: ecco ora il momento favorevole, ecco ora il giorno della salvezza! È inopportuna questa parola, ma non possiamo tacerla. Suona come maldestra e sconcertante, ma non possiamo rifiutarla. Questo inizio di Quaresima, così strano, senza messa, senza ceneri, senza prediche, questo è il momento favorevole. Questo momento di allarme e di malumore, di strade quasi deserte e di attività rallentate proprio nella città frenetica, questo è il momento favorevole..." Leggi tutta l'Omelia dell'Arcivescovo Delpini


Vai a Eventi e notizie

Ordine Francescano Secolare di Lombardia
Segreteria amministrativa Via Farini 10, 20154 Milano
segreteria@ofslombardia.com

Privacy Policy